Bari Matera unite nei percorsi della Città Ideale di Leonardo nel cinquantesimo anniversario dell’apollo 11 e nel cinquecentenario della Genialità Vinciana

Madrina della manifestazione la dottoressa Doreen Hagemeister, funzionaria dell’Agenzia Spaziale Italiana, che ha presentato la diretta del  volo di Luca Parmitano sulla stazione Spaziale Internazionale

Da  un’idea di Titty Palladino,Luciano Garramone e Olimpia Binetti

Il cammino di San Nicola ed Isabella d’Aragona nella Città Ideale” programmato dalla psicologa Olimpia Binetti si rinnova con appuntamenti in trasferta.  La prima tappa “extra moenia Bari” si è svolta a Matera, il 20 luglio scorso sotto l’egida dell’Accademia “Giocond@smile” ideata dalla Scrittrice Antonietta Pignatelli Palladino, impegnata nei festeggiamenti del cinquecentesimo anniversario della genialità di Leonardo da Vinci. Il Genio fiorentino è colui che ha disegnato la Citta’ Ideale come metafora utopistica di architettura urbana, che fu trasferita nel Ducato di Bari nel 1501 da Isabella D’Aragona sua fedele allieva e ammiratrice. Anche il Centro di Geodesia Spaziale di Matera sembra la concretizzazione postuma di una Città ideale che da utopistica è diventata tangibile nella sua sapienza tecnologia proiettata verso l’osservazione del   cielo.   Una città  come cammino verso le vette più alte della perfezione ideale, fisica e mentale, proiettata verso le sfere celesti. La vera originalità del progetto vinciano, era concentrata nell’idea che la bellezza doveva essere sinonimo di funzionalità  architettonica, basata sulle vibrazioni soniche, di Pitagorica Memoria, quantitativamente concepite come matematica e geometria. E’ per queste ragioni che  Leonardo  Astronomo viene festeggiato  nel Centro di Geodesia Spaziale di Matera dove si consolida l’immagine dell’urbanista moderno che deve osservare la perfezione celeste del Macrocosmo,   per realizzare i modelli nel microcosmo delle città ideali moderne come Bari e Matera.  Sabato 20 luglio 2019 dalle ore 17,30 nel Centro di Geodesia Spaziale di Matera l’Agenzia Spaziale Italiana, insieme alla Associazione Gioconda@SmileAcademy,  e al Chieam di Bari, hanno organizzato una manifestazione per celebrare due importanti ricorrenze: il cinquantenario della conquista lunare ed il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci. A partire dalle ore 17:30 sono stati proposti al pubblico alcuni degli aspetti più significativi relativi alle due tematiche. In particolare, la dottoressa Antonietta Pignatelli Palladino (presidente dell’Associazione Gioconda@SmileAcademy) ha illustato gli aspetti salienti della vita di Leonardo, soffermandosi sul fenomeno astronomico scoperto dal Genio Fiorentino della Luna Cinerea come “luce del sole riflessa sulla terra” riverberata nella tecnica dello sfumato dell’opera immortale della Gioconda. La riflessione multipla del sole e della luna in alternanza  tra eclissi, parziali e totali, è stato visualizzato con  il  supporto creativo della poetessa OLIMPIA BINETTI, psicologa e scrittrice barese  che ha declamato versi sulla Luna   e dalla performance coreagrafica dello Yin Luna e  dello Yang Sole, con i ballerini professionisti Veronica Liuzzi e Luca Verrino sotto la direzone artistica di  ANGELA CATALDO ) Associazione Al Nour.

 Il dottore Francesco Vespe, astronomo e ricercatore dell’Agenzia Spaziale Italiana,ha fatto un escursus storico della conquista dello Spazio soffermandosi in modo particolare sul programma Apollo, che nel 1969 portò l’uomo sulla Luna. L’evento  è stato  animato anche  dall’ ascolto dell’Inno mondiale dello spazio a cura della cantante Mongola, Xue Ling Ulan,     e dalla performance sonora dell’Ing. Luciano Garramone, esperto di radioastronomia dell’ASI, che ha proposto l’ascolto delle emissioni sonore di alcune tipologie di corpi celesti.  Luciano Garramone, insieme alla musicista Martina Tosti, ha proposto alcuni brani musicali contenenti riferimenti astronomici legati  alle missioni spaziali.